Striscia la notizia e l’abusivo che “ruba” il nome all’agenzia vera

Luca Abete, inviato del telegiornale satirico di Mediaset, ha infatti scovato una pseudo associazione “no profit” creata appositamente come copertura per organizzare viaggi abusivamente (in barba alla norma che vieta di organizzare più di due viaggi all’anno, di riservarli ai soli soci dell’associazione e servendosi tra l’altro della direzione tecnica di una agenzia di viaggi) o come il caso di un abusivo che ha aperto una pagina Facebook utilizzando un nome quasi del tutto simile a quello di un’agenzia di viaggi esistente e perfettamente in regola.

Il vero e il falso agente di viaggi
Striscia la notizia, oltre a contattare il “falso” agente di viaggi, che come al solito è sgattaiolato senza lasciarsi intervistare e apostrofando in malo modo Luca Abete, ha anche fatto visita al dettagliante con le carte in regola che si trova però, suo malgrado, a operare con lo stesso nome di un abusivo. “Abbiamo già fatto la denuncia alla Guardia di Finanza”, racconta l’agente di viaggi regolare.

Insomma, come afferma Luca Abete all’inizio del servizio: “Ogni mattina un titolare di un’agenzia di viaggi si sveglia e sa che per sopravvivere dovrà correre più veloce di un’organizzatore di viaggi abusivi”.

A questo link è possibile vedere il video completo del servizio di Striscia la notizia andato in onda ieri, 6 dicembre.

Le agenzie di viaggio, sempre attente al problema dell’abusivismo nel turismo, segnatamente delle gite, pellegrinaggi e viaggi organizzati, segnalano mandano regolarmente alla Guardia di Finanza e agli altri organi competenti, anche attraverso le federazioni come la FIAVET e le associazioni di categoria, gli abusivi mandando a costoro le locandine reperibili sia sui vari canali sociali che in giro per la città attaccate nei punti più disparati.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*