Viaggi e Pellegrinaggi in Polonia

Viaggi e Pellegrinaggi in Polonia

La Polonia è uno dei paesi più interessanti d’Europa con 16 siti iscritti nella lista dell’UNESCO, collocandosi all’8° posto in Europa per numero di monumenti di maggior pregio. Il centro storico di Cracovia e la miniera di sale di Wieliczka sono stati inseriti nella lista dell’UNESCO sin dall’inizio, cioè dal 1978. Questo è importante perché la prima voce conteneva solo 12 luoghi da tutto il mondo.

In Polonia si trovano molti luoghi legati alla Seconda Guerra Mondiale, perché fu con l’attacco del Terzo Reich alla Polonia del 1 settembre 1939 che iniziò la più terribile era della storia del mondo. Questo periodo lasciò molti luoghi di martirio sul territorio, come Auschwitz, Treblinka, Stutthof, Majdanek e altri. Il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, il più grande centro di sterminio del regime nazista, è ora un Museo Nazionale che è possibile visitare con i nostri tour per comprendere come questa fabbrica di morte produsse oltre un milione di vittime. 

La Polonia è associata anche alla figura di Karol Wojtyla, Papa San Giovanni Paolo II, che ebbe grandi meriti non solo per la Chiesa cattolica, ma anche per la politica internazionale, come la sua influenza sulla fine della Guerra Fredda. La Polonia è un paese importante per il turismo religioso: Cracovia, Częstochowa, il Santuario della Divina Misericordia a Łagiewniki, Wadowice, Kalwaria Zebrzydowska sono solo alcuni dei luoghi più importanti visitati da numerosi pellegrini provenienti da tutto il mondo.

La Polonia offre molteplici attrazioni culturali, naturali, sportive e di intrattenimento. Cracovia è sicuramente tra le migliori destinazioni per un city break in Europa.

Il turismo in Polonia funziona tutto l’anno e le strutture (con alcune eccezioni) sono costantemente aperte. Il tempo migliore è sicuramente tra aprile e ottobre. Riteniamo che il periodo migliore per visitare la Polonia sia luglio-agosto. Il tempo a settembre e ottobre è soleggiato e caldo, ma la mattina e la sera possono essere fresche. Ti invitiamo anche a visitare la Polonia appena prima di Natale, quando i mercatini di Natale sono organizzati in tutte le principali città.

Cosa vedere in Polonia? Assolutamente Cracovia, Auschwitz, Danzica, Varsavia e Breslavia. Per gli amanti della storia, consigliamo anche Malbork, Toruń, Poznań, Sandomierz, il castello di Książ a Wałbrzych e la fortezza di Kłodzko. Per gli amanti dell’architettura i quartieri Giszowiec e Nikiszowiec a Katowice, Zamość, Kazimierz Dolny o il Percorso dell’architettura in legno. Per gli amanti dei valori naturali, consigliamo di andare a Zakopane, ai monti Bieszczady, ai monti Pieniny (il percorso sul fiume Dunajec) e nelle vicinanze dei Grandi Laghi Masuri. Invece i pellegrini invitiamo a Cracovia, Częstochowa, Wadowice, Kalwaria Zebrzydowska.

Quanti giorni ci vogliono per vedere la Polonia? Per conoscere la Polonia 8 giorni sono sufficienti, ma se si arriva per un fine settimana, è meglio dividere la Polonia in più visite – ad es. Cracovia e dintorni, Varsavia e dintorni, Danzica e dintorni. Sono anche popolari i viaggi combinati di Polonia e dei paesi vicini, come Repubblica Ceca, Slovacchia, Lituania e Germania.

Quali souvenir portare dalla Polonia?
  1. Ambra. La Polonia è il più grande esportatore di ambra al mondo. Bellissimi gioielli (con un certificato di originalità) possono essere acquistati in molte città, per come capitale dell’ambra è considerata Danzica.
  2. Vodka polacca. Il più popolare è, ovviamente, Żubrówka – vodka aromatizzata con un filo d’erba. Altri marchi famosi sono Belvedere, Chopin ecc.
  3. Cioccolatini polacchi. Il nostro paese ha una lunga e ricca tradizione nella produzione di prodotti di cioccolato. I marchi famosi sono Wawel, Krakowski Kredens e Karmello.
  4. Vino polacco. Diventa sempre più popolare e apprezzato nel mondo. Sebbene sia ancora raro sulle tavole europee, sta vincendo sempre più premi e conquista gradualmente il cuore dei consumatori. Abbiamo 230 vigneti professionali dove vengono coltivate varietà riesling, chardonnay, gewürztraminer, pinot grigio, sylvaner e l’enoturismo in Polonia sta crescendo rapidamente.
  5. Oscypek. Questo formaggio di pecora, duro e affumicato, è sempre più conosciuto in Europa, anche se in Polonia è principalmente associato alla regione di Podhale.
  6. Salsiccia. I salumi polacchi non hanno eguali in nessuna parte del mondo. Non c’è niente a cui pensare, devi solo provare – neghiamo decisamente la tesi che le salsicce polacche abbiano il sapore tedesco o austriaco. E se decidi di portare a casa con te, chiedi al negozio il confezionamento sottovuoto.

Soggiorni, tour e pellegrinaggi in Polonia

CONDIZIONI GENERALI PER QUESTI TOUR

Viaggi in Polonia personalizzati

Per ogni cliente prepariamo un’offerta su misura, a seconda di suoi bisogni. Lavoriamo in Polonia con le ditte di trasporto autorizzate e con guide e accompagnatori turistici con altissimo livello di esperienza e cultura personale il che garantisce la massima professionalità nella realizzazione dei programmi. Quelli che seguono sono alcuni programmi che realizziamo: